Un green in riva la mare

PERCHÉ I GOLFISTI AMANO PUNTALDIA

DI LIA VOLPI

 

Sei buche confinano col mare, altre tre con vista su due delle insenature più spettacolari dell’isola, la baia di Lu Impostu verso settentrione e la spiaggia di La Cinta verso sud: paesaggisticamente, il green di Puntaldia è il più bello d’Italia, forse d’Europa.

Buen retiro di un mondo che ama il relax e la descrizione, Puntaldia occupa un piccolo promontorio a meno di mezz’ora da Olbia. Le eleganti residenze del villaggio, fondato nel 1970 dai tre fratelli Fumagalli, portano la firma o l’impronta dell’architetto Gamondi, architetto della prima Costa Smeralda.

Il campo comprende 9 buche PAR 30, di cui 6 buche PAR 3 e 3 buche PAR 4, un campo pratica, una Golf Academy con il maestro Roberto Pompei e una Clubhouse con il suo pro-shop.

Il Golf Club Puntaldia è aperto da Pasqua ai primi di novembre anche ai non soci. È su questo green che si è scoperto l’irrinunciabile appeal delle gare brevi: si parte tutti insieme e si giocano le nove buche una sola volta, dalla buca 1 a sud, quasi sulla spiaggia di La Cinta, sino alla buca 9 che guarda a nord, verso l’isola di Tavolara, dopo aver circumgiocato – per così dire – tutto il promontorio.

In due ore e mezza dalla partenza ci sta anche la premiazione, seguita da un rinfresco conviviale presso la Clubhouse o all’Hotel Due Lune, che si affaccia sul campo: un modo eccellente per concedersi il proprio sport preferito e avere ancora tutta la giornata davanti, un’idea non solo molto adatta a al nostro moderno stile di vita, ma anche alle alte temperature dell’estate sarda.

Oltre alla vita di spiaggia l’estate a Puntaldia offre mille tentazioni, non ultimo il programma Sportaldia che prevede corsi e gare di tennis, paddle, sport nautici e, ovviamente, il golf.